Probabilmente tutta la sabbia incastrata nelle scarpe non andrà mai del tutto via e, benchè continuiamo a sbatterle e pulirle, rimane sempre la traccia di un paese meraviglioso. Il Marocco è un ponte tra due continenti, tra Europa e Africa, nel quale le culture si mischiano e diventano il simbolo dell'incontro tra due anime.

E’ un luogo indubbiamente ancorato alle tradizioni ma con un occhio perenne rivolto al cambiamento.Nuovo e vecchio si intrecciano in un rapporto bizzarro tra abbracci e pugni, sorrisi e lacrime.Le abitudini secolari convivono con gli smartphone di ultima generazione, le bancarelle di Marrakech dividono lo spazio con i fast food più noti. Ci sono alcuni luoghi che portano sulle spalle il fardello di innumerevoli stereotipi e preconcetti che ci condizionano ma poi, quando arrivi... si apre un mondo!
Perchè il Marocco è cultura, tradizione, ospitalità, calore, profumi, colori e tanto, tanto cuore. Con un volo low cost si raggiunge in pochissimo tempo Marrakech, una meraviglia di città dove subito l'atmosfera marocchina ci avvolge e ci trasporta in un viaggio da sogno... soprattutto se si sceglie di pernottare in un Riad, struttura marocchina con un giardino interno, arredi tradizionali e un fascino assoluto. Una guida italiana ci accompagna alla scoperta della medina introducendoci nella Piazza Jemaa el Fna, nei grandi mercati Souk e alla Medersa Ben youssef. E ce n'è davvero per tutti i gusti! Per chi ama i sapori del mondo c'è anche la possibilità di prendere parte ad un atelier di cucina di una giornata con chef locali che mostreranno i segreti di alcune ricette locali mentre chi ama il benessere può coccolarsi in Hammam, una tradizione nei paesi orientali e nordafricani, apprezzato per il suo calore umido, arricchito spesso di essenze naturali che consentono di unire piacere e benessere per l’organismo.
Da Marrakech poi si può scegliere di partire per un tour nel Sahara fino a Merzouga e qui si potrà godere di una magica escursione al tramonto in 4x4 o dromedario e dormire in campi tendati o kasbe di charme dove sembrerà davvero di toccare le stelle. 
E poi non possiamo perderci il tour delle città imperiali, qualcosa di unico, con le splendide Rabat, Fes e Meknes, dove gli antichi regnanti hanno lasciato un infinito patrimonio artistico donando al regno palazzi, moschee, cinta murarie. 
Ma, come direbbe la buona e cara nonna "i discorsi li porta via il vento e le biciclette....." Insomma, bando alle ciancie, invece di pensare a panettoni, pandori e botti di capodanno, sarà il caso di pensare a regalarci un bel viaggetto? Noi siamo qua e vi aspettiamo per realizzare con voi e per voi un viaggio unico!